Scritti (92)

 di Mario Narducci Fortunato Milleprofumi si muoveva con l’alba. Si chiudeva alle spalle l’uscio di un monolocale che guardava le 99 Cannelle, varcava l’attigua Porta Rivera ed era nell’orto, uno dei tanti che affiancava la ferrovia, prima che la strada curvasse verso Roio e lo raggiungesse tutta in salita, tra…
Qui base lunare Alpha “Diario di bordo: Qui base lunare Alpha, situazione generale a 2230 giorni dall’abbandono della Terra.
Lunedì, 20 Aprile 2020 15:35

Racconti in quarantena – Libero

Scritto da
di Mario Narducci Fosse stato il vento, lo avremmo detto di tramontana.
Venerdì, 17 Aprile 2020 17:25

Racconti in quarantena - La donna senza nome

Scritto da
La donna delle borse di plastica rigonfie da scoppiare, saliva lenta da via della Croce Rossa, il naso paonazzo già di prima mattina. Vestiva anche d’inverno un paio di fouseaux dei quali mal si riconosceva il colore originale che avrebbe potuto oscillare tra il giallo e il rosa chiaro; il…
Sabato, 11 Aprile 2020 09:07

Racconti in quarantena - La Pasqua di Pompeo

Scritto da
di Mario Narducci A Pasqua Pompeo appariva emaciato come un anacoreta della Tebaide. Una canna nel deserto come Giovanni Battista, anche se non vestiva di pelli mai conciate. Un Simone Stilita consumato da penitenze e digiuni sopra una colonna del deserto, dove trascorse gli ultimi anni di vita, standosene solitario…
Mercoledì, 08 Aprile 2020 14:44

L'imbecillità dell'Essere Umano.

Scritto da
Alcune considerazioni sulla tragica situazione attuale della quale l'essere umano è soggetto e, al tempo stesso, oggetto.