Visualizza articoli per tag: ultime notizie

di Manuela Prosperi 
 
La notte del 12 agosto sarà luna piena, il magico Esbath del Grano, o secondo l'intera dicitura celtica Weodmanath, ovvero "mese della vegetazione", dominato dal calore e dalla punta massima della generosità della natura. 
Avverrà così il compimento del ciclo del raccolto agreste, per questo gli antichi chiamavano anche questo Esbath la "Luna dell'Orzo". 
Proprio perché dall'orzo ricaviamo il pane che mangiamo, con tutta la sua simbologia e sacralità che ne è conseguita da sempre in tutte le culture umane, viviamo ed inneggiano alla maestosità, orgoglio, positività, fiducia e gioia di vivere. 
Questi sono i sentimenti che ci accompagnano in questo momento meraviglioso. 
Questa è la luna della maturazione dei cereali. 
Nel nucleo di ogni uomo, si serbano i misteri dei cicli della vita, morte e rinascita.
Miriamo soprattutto ad una esaltazione di condivisione, salute, forza di vita, grazie  alla forza dominatrice del sole, così importante in questo periodo dell'anno. 
 
Curiosità: proprio per l'importanza del sole in questo momento dell'anno, per alcune popolazioni celtiche il sabbah del sole del 1 agosto del Lughnasadh coincide con l'Esbath del Grano di agosto. 
 
Secondo la tradizione Wicca Neopagana in questo periodo sono molto favorevoli gli incontri d'amore. 
 
Suggerimenti:
Indossate abiti gialli o chiari. 
Accendete candele oro o bruciate incensi patchouli. 
Decorate gli altari con grano, ciotole di riso, foto di maestri ed antenati. 
Meditate. 
Fate sessioni di digiuno alternate a momenti festosi di pranzi condivisi. 
 

Luna del Grano

 
Qualche segreto che sveli stanotte
Sarà mio specchio
Forza di pianto
Forza di riso
E anche tumulto di sangue
 
Splendida Dea
Dagli occhi gialli di grano
E di serpente sonante
 
Cleopatra dai fianchi molli
Dallo sguardo supino
E ammaliante
 
Con te sarò ebbra e feconda
Con te ballero' le gambe nude
Fino a rugiada su nuovi fiori
 
Manuela Prosperi Autrice
Tutti i diritti riservati
Pubblicato in Storia

Salvatore Battaglia

Travaglio e nascita in Casa Battaglia quartiere Archi Ragusa Ibla

Pubblicato in Storia

 

L’Associazione Abruzzo Adventures si conferma sempre più leader per le attività sportive outdoor estive: anche per la stagione 2022 la Valle dell’Aventino è il regno ideale per tutti gli amanti del genere con il Torrentismo, l’E-Bike, il Rafting e il Side by Side.

Pubblicato in Turismo
Venerdì, 05 Agosto 2022 17:54

Libri più letti di Luglio 2022

Nel pieno dell’estate più torrida degli ultimi anni volete sapere di quali libri si parla sul gruppo facebok Un libro tira l'altro ovvero il passaparola dei libri?

Pubblicato in Libri

Nelle azzurre sere d’estate, me ne andrò per i sentieri,

Pubblicato in Zaffiro Magazine
Martedì, 26 Luglio 2022 17:53

J'Adore II° Parte

di Sarah Jane
 
Nudo, ti voglio vedere, quando esci dal mare, immerso nell’alba, rosso con tutti i colori addosso, coperto solo di sapori e profumi nuovi, non ti togliere nulla di dosso, vieni da me senza timore con l’acqua che ti gocciola, non dire una parola che possa infrangere il chiarore del giorno, voglio bere dal tuo corpo, sono assetata di te, ed anche se avrai tutto il sale addosso, non ti lavare.
Pubblicato in Scritti

di Salvatore Battaglia - Presidente Accademia delle Prefi

Oggi riscopriamo un Saluto Antico...

Pubblicato in Storia
Lunedì, 25 Luglio 2022 15:40

“Una spiga di grano speranza di Pace”

Guadagnuolo crea due opere contro la fame nel mondo, durante la guerra Russia-Ucraina Istanbul, venerdì 22 luglio 2022, è stata firmata l’intesa per sbloccare l’esportazione di grano e cereali.

Pubblicato in Arte
Lunedì, 25 Luglio 2022 15:28

Pasta e patate a modo mio       

di Luciano Pellegrini

La prima testimonianza storica della Pasta e Patate, piatto popolare della gastronomia napoletana, è datato all’anno 1773. Questo piatto, essendo ricco di carboidrati, latticini, ortaggi, può essere un PIATTO UNICO, sostanzioso ed energetico.

Pubblicato in Life Style e Benessere

 

Di Beniamino Cardines

Matteo Favi per Ap/ArteProssima inventa uno scenario che restituisce alla pittura, alle arti visive, la capacità di essere indagine antropologica e dunque sociale, necessità di farsi occhio segno linguaggio indagatore e critica della realtà continuamente osservata e pedinata come farebbe chi vuole scoprirne segreti e aspetti celati.

Pubblicato in Interviste