Stampa questa pagina
Martedì, 18 Gennaio 2022 18:59

Meditazione in amaca con bagno sonoro

Scritto da Annamaria Acunzo

di Annamaria Acunzo

Meditare coinvolge l'intero sistema Mente, Spirito e Corpo. Induce ad un progressivo rilassamento favorendo la tranquillità e l'armonia interiore riducendo in modo progressivo lo stress.

Qualche tempo fa ho scoperto un modo per attenuare tutte le mie tensioni: la meditazione in amaca con bagno sonoro. E' un'esperienza molto particolare perchè attraverso le campane tibetane si vanno ad armonizzare eventuali squilibri energetici.

La campana tibetana ha una forma che ricorda una ciotola, sono forgiate con una lega composta da 7 metalli, connessi ai 7 pianeti. Il suono viene prodotto sfiorando il bordo della campana con un batocchietto di legno. Molteplici possono essere le reazioni individuali.

C'è chi si addormenta, chi si rilassa profondamente, chi prova emozioni e ricordi che arrivano da lontano. I suoni e le vibrazioni delle campane tibetane, unite alla meditazione ci aiutano a percepire i nostri blocchi emotivi e a lavorare su di essi. La cosa che mi ha incuriosita maggiormente, essendo anch'io istruttrice di yoga e meditazione, è stata l'unione delle campane tibetane con l'amaca.

L'amaca in questo caso viene percepita come una sorta di nido, un vero e proprio ritorno al grembo materno questo fa sentire le persone protette e al sicuro. Mentre ero cullata dolcemente dall'amaca sentivo il suono degli strumenti che riproducevano l'acqua, unito al bagno sonoro e al suono del battito cardiaco percepito nel grembo materno.

La posizione fetale che si assume nell'amaca richiama l'introspezione a guardarsi dentro. Un'esperienza sempre unica e sempre diversa perchè ogni giorno siamo diversi e mutevoli.

Articoli correlati (da tag)