Mercoledì, 26 Maggio 2021 18:04

Archeologia. Somma Vesuviana, emerge Villa Augustea che potrebbe spiegare il dopo Pompei.

Scritto da AC

Pompei, Ercolano, Castellammare di Stabia, cosa accadde dopo l’eruzione del Vesuvio?

Somma Vesuviana è la città dove archeologi dell’Università di Tokyo con archeologi del Suor Orsola Benincasa stanno portando alla luce il sito della Villa Romana, la “Villa Augustea”.

E' un patrimonio culturale di valore, in grado di raccontarci il dopo Pompei. Sono state trovate numerose cisterne, affreschi, mosaici, statue di notevole bellezza come quella di Dioniso. Il sito romano della “Villa Augustea è un monumento che dimostra tantissime prima ignorate, non si conoscevano fino a circa 15 anni fa.

Riprenderà già nelle prossime settimane, a cura degli archeologi napoletani e giapponesi, uno scavo.

"Inizieremo verso fine Giugno e andremo avanti fino ad Ottobre. Ci stiamo ampliando ad oriente dello scavo dove ci sono situazioni archeologiche che dicono poco forse da un punto di vista monumentale, ma invece dal punto di vista archeologico sono zone che vanno indagate con calma perché potrebbero esserci novità interessanti” fa sapere l’archeologo Antonio De Simone del Suor Orsola Benincasa.

La Villa Augustea di Somma Vesuviana fu ricoperta nel 472 dall’eruzione di Pollena che rappresenta la narrazione della storia del dopo Pompei.

Ed oggi, accompagnato anche da Francesco Mosca, Presidente della ProLoco e dall’Assessore ai Beni Culturali, Rosalinda Perna, il Presidente Nazionale di Archeoclub d’Italia Rosario Santanastasio si è recato in visita presso la Villa Augustea dopo essere stato ricevuto al Comune dal sindaco, Salvatore Di Sarno.

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Maggio 2021 18:55